Un seminario su Creatività e Innovazione

Il tema dell’innovazione è entrato nella mia vita da quando tanti anni fa, appena assunto in Wella, mi fu data l’opportunità di partecipare a WOW, un progetto di studio delle tendenze finalizzato a creare proposte di prodotti, servizi e ambienti innovativi che anticipassero i tempi e fossero pronte ad incontrare il gusto e le necessità dei clienti da lì a qualche anno.

Da allora ho scoperto che innovare permette di sperimentare quel piacere di lavorare che diventa il carburante duraturo ed ecosostenibile di una vita professionale e personale ricca di soddisfazioni.

Nel corso degli anni, forte di quell’imprinting iniziale e di una serendipità che magicamente mi fa incontrare continuamente concetti nuovi e stimolanti, ho raccolto metodi, best practice, idee su come le aziende creano innovazione e su quali sono gli atteggiamenti e i comportamenti che portano le persone al loro interno ad essere più innovative con vantaggi concreti sull’attività, sia che si tratti di un miglioramento continuo e costante, sia che si tratti di un “gradino” che ad un certo punto introduca qualcosa di nuovo.

Ho anche inviduato una modalità di presentazione, di “narrazione”, che renda la materia godibile e capace di trasmettere quell’entusiasmo ed energia che è l’ingrediente primario del cambiamento.

Sono questi i presupposti di un seminario su creatività e innovazione a suo modo innovativo perchè affronta il tema in termini di crescita personale e si pone l’obiettivo di tracciare un cammino per sviluppare un’attitudine all’innovazione.
Il seminario si compone di:

  • un test iniziale che funziona da assessment per rendere evidente al partecipante quanto del suo “potenziale innovativo” usa tutti i giorni;
  • una serie di suggerimenti pratici, scientificamente provati, su come migliorare la propria capacità di innovare;
  • alcuni esercizi volti a stimolare le proprie abilità nel problem solving creativo e nella generazione delle idee;
  • i “booster” della creatività, una cassetta degli attrezzi per avere un guizzo di creatività pronta quando serve, visto che il percorso di formazione richiede tempo per poter essere assimilato.

L’entusiamo ed i riscontri ricevuti dai partecipanti al termine della sessione svolta la settimana scorsa mi hanno confermato che le intuizioni alla base del progetto sono corrette ed in linea con gli obiettivi.

Seminario Innovarsi - Coccaglio 19 marzo 2016

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*